La Mission

Valorizzare la figura e l’opera di Giovanni Pascoli, all’interno della storia della letteratura italiana e internazionale, promuovendo studi, convegni e manifestazioni culturali.

Le origini dell’Accademia

In seguito all’impegno della comunità sammaurese, a partire dal secondo dopoguerra, a San Mauro Pascoli si svolsero prestigiosi convegni sfociati poi in pubblicazioni che entrarono stabilmente nella bibliografia pascoliana più importante: è del 1955 il primo convegno in occasione del centenario della nascita del poeta, un secondo e fondamentale nel ’62, oltre a preziosi interventi di studiosi come Antonio Baldini, nel 1952, Edoardo Sanguineti nel 1967, Carlo Bo nel 1972 e ad un ciclo di conferenza tenute nell’82, i cui atti, particolarmente ricchi, furono pubblicati nel 1984.

Tra gli altri, si riconoscono tra i relatori maestri veramente importanti: da Gianfranco Contini a Francesco Flora, da Giorgio Petrocchi a Vittorio Lugli, a Siro A. Chimenz, ad Augusto Vicinelli, a Felice Del Beccaro.

I migliori pascolisti si cimentarono in questi convegni, sì che dai volumi citati, come dai tre curati da Raffaele Spongano per la Commissione per i Testi di Lingua nel 1962, prende le mosse il moderno rinnovamento degli studi pascoliani.

Gli ampi consensi che accompagnarono il Convegno del 1982 indussero a costituire una struttura associativa che durasse nel tempo e promuovesse, con continuità, gli studi sul grande poeta.

Nacque così l’Accademia Pascoliana, sotto la guida di Fermo Fellini, coadiuvato da Enrico Pollini, vice presidente, da Sanzio Tognacci, segretario-amministratore, e da due membri di diritto della Giunta: il sindaco di San Mauro, Giorgio Campana e l’assessore alla cultura, Piero Maroni.

Se l’invito a far parte dell’Assemblea ai rappresentanti del Comune, della Provincia, della Regione era già una chiara indicazione di volontà del sodalizio di non chiudersi in una dimensione particolaristica e di chiamare a collaborare tutte le forze vive, culturali e politiche, dell’Emilia Romagna, più importante fu l’accogliervi un rappresentante del Dipartimento di Italianistica dell’Università di Bologna, sottolineando così la volontà di entrare in un dialogo culturale di livello specialistico elevato, o, come si suol dire, scientifico, che qualificasse l’Accademia come un centro, prima di tutto, di studi e di cultura, convalidato dalla presenza e dalla collaborazione universitaria.

Organigramma

Prof. ssa Daniela Baroncini

Presidente


Professoressa ordinaria di Letteratura Italiana Contemporanea dell’ Università degli Studi di Bologna, presso il Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita, Campus di Rimini.

Piero Maroni

Vice-Presidente


Giovanni Mazzotti

Segretario Generale ed Economo


Consiglieri

Prof. ssa Daniela Baroncini

Rapp.te Università di Bologna


M.Antonio Bazzocchi

Rapp.te Regione Emilia Romagna


Gilberto Benelli

Rapp.te Provincia Forlì-Cesena


Rosita Boschetti

Incaricata Bibliotecaria


Luciana Garbuglia

Sindaco di San Mauro Pascoli


Gianfranco Miro Gori

Incaricato ai Beni Culturali


Rita Trebbi

Incaricata Beni Artistici