Fondi

Materiali pascoliani del fondo Murari appartenuto a Ida Pascoli

Il 29 ottobre 1995 Giovanna e Maria Murari consegnavano formalmente all’Accademia Pascoliana di San Mauro il fondo pascoliano appartenuto alla nonna Ida Pascoli e giunto loro per eredità materna.

Il fondo attuale comprende una parte soltanto di ciò che Ida raccolse e cercò di difendere nel corso della sua lunga esistenza. Sappiamo della mancanza di numerose stampe e di numerose lettere, sottratte le une da qualche improvvisato bibliofilo di pochi scrupoli sul finire della seconda guerra mondiale, incamerate le altre nell’archivio di Castelvecchio, dopo essere servite a Maria Pascoli per imbastire la sterminata biografia Lungo la vita di Giovanni Pascoli (Milano, 1961).

Ricco di oltre 600 unità tra lettere e cartoline, abbozzi e copie manoscritte di poesie, disegni, volumi a stampa, opuscoli ed estratti, il fondo riserva elementi di indubbio interesse, elementi soprattutto utili ad illuminare la biografia e la psicologia del Pascoli, in particolare per quanto attiene al versante familiare ma utili ad individuare anche le occasioni, le radici ispirative e gli sviluppi redazionali di alcune sue poesie.